Crea sito

GRAMMATICA TEDESCA - SCHEMI DI RIPASSO

 

back to HomePage

 

 

 

Indice

 

Come leggere le indicazioni dei dizionari

Pronuncia, ripasso rapido

Pronuncia, regole

Pronuncia, esercizi

Articolo determinativo

Articolo indeterminativo

Declinazione dei sostantivi (forte, debole, mista)

Declinazione dei sostantivi (per tipi)

Prospetto dei pronomi

Pronomi personali

Pronomi e aggettivi possessivi

Pronomi indefiniti

Declinazione degli aggettivi

Numerali

Il doppio condizionale/congiuntivo

Formazione del participio passato

Verbo essere

Verbo avere

Verbo werden

Verbi modali

Verbi regolari

Forma passiva

Verbi irregolari

Struttura della frase tedesca

Il termine “ne”

Particelle del tedesco

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

come leggere le indicazioni del dizionario

 

back to Index

 

le seguenti indicazioni riguardano il dizionario di tedesco zanichelli, ma sono comunque largamente comuni a tutti i dizionari

le indicazioni riguardano la sezione tedesco-italiano del dizionario

 

Pronuncia

Purtroppo la trascrizione fonetica, da quasi tutti i dizionari (compreso il Duden!) viene data solo per le parole la cui pronuncia si discosta dalle norme fonetiche standard.

 

Indicazioni nella parentesi tonda/uncinata che segue subito un sostantivo

 

Tra parentesi uncinata vengono dati il genitivo singolare e il nominativo plurale

Linke (1) <-n, -n>

 

Il trattino “--“ indica che il sostantivo rimane invariato

Parkbank <-- , Parkbänke>

 

Possono esistere più plurali, che vengono dati separati da oder

<-n, -n oder fam Jungs oder -ns>

 

“ohne” indica che è “senza” qualcosa (plurale, ecc.)

 

” = parola senza plurale

 

<sing> = parola che, pur avendo il plurale, viene usata, nel significato descritto,  solo al singolare

Stadt… 3 <sing> (Stadtverwaltung) comune m: sie arbeitet bei der Stadt fam, lavora in comune; die Stadt hat einen neuen Park anlegen lassen, il comune ha fatto costruire un nuovo parco

<pl.> = solo plurale

 

<... , > = plurale mancante

 

In molti dizionari, al sostantivo segue una parentesi tonda col significato che la parola assume, dato in tedesco

Stadt 1 (Ort) città f.: die Stadt München, La città di Monaco;  2 (Stadtzentrum) centro della città f: zum Einkaufen in die Stadt fahren, andare a fare spese in centro;  3 (Stadtverwaltung) comune m: sie arbeitet bei der Stadt, lavora in comune; 4 (Stadtbevölkerung) cittadinanza f: die ganze Stadt war versammelt, um ..., tutta la città era riunita per…

 

Indicazioni nella parentesi tonda/uncinata che segue il verbo

 

Le forme tra parentesi uncinata sono la terza persona presente, la prima persona praeteritum (passato semplice) e il participio passato

tragen <tragt, trug, getragen>

graben <gräbt, grub, gegraben>

 

Le parole tra parentesi graffe indicano i termini che si accompagnano usualmente con un verbo ecc.

leiden… 2 soffrire {an depressionen, verkalkung}

 

I verbi separabili hanno le due parti separate da una sbarretta

aus|gehen

 

Le abbreviazioni di jemand (qualcuno) sono importanti per capire il caso che va col verbo:

(jdm) etw versprechen, promettere qc a qu indica che versprechen regge il dativo (jedem)

Le abbreviazioni sono le seguenti:

 

“jd” = jemand (nom.) = qualcuno

"jds“ = "jemandes“ (gen.) = di qualcuno

"jdm“ = "jemandem“ (dat.) = a qualcuno

“jdn“ = "jemanden“ (acc.) = qualcuno

 

“etw” = “etwas”

 

Gli aggettivi

Gli aggettivi vengono registrati nella loro forma indeclinata, che è quella di quando sono utilizzati come predicati di essere, diventare, ecc.

Se questa non esiste, vengono registrati secondo il modello: letzte(r, s), cioè con i suffissi comuni alle declinazioni 2 e 3 (che si usano rispettivamente con l'articolo indeterminativo e se manca l'articolo).

Un aggettivo con la sola indicazione adj può essere usato in funzione attributiva e predicativa: adj attr si riferisce a un aggettivo usato solo in funzione attributiva e che quindi va concordato col sostantivo, adj präd si riferisce a un aggettivo usato solo in funzione predicativa e che dunque non viene declinato.

Gli aggettivi invariabili vengono segnalati con <inv>.

Le forme irregolari del comparativo e del superlativo sono date secondo quest'ordine tra parentesi uncinate:

gut A <besser, beste>

Gli aggettivi sostantivati seguono la declinazione degli aggettivi e sono muniti del commento: dekl wie adj.

I participi presenti e passati, che spesso  sono anche aggettivi, vengono registrati come aggettivi solo se sono molto usati, se hanno un significato specifico, una loro fraseologia o una forma molto irregolare.

 

I verbi

Una barra verticale indica che il verbo è separabile (über|setzen) mentre l'assenza di tale barra e l'indicazione della costruzione del participio passato senza il ge- sono l'inequivocabile segno di riconoscimento del verbo inseparabile (übersetzen):

übersetzen (1) <ohne ge->, über|setzen (2).

E' indicata fra parentesi uncinate la mancanza del prefisso del participio passato (ge-)

übersetzen (1) <ohne ge->

Se il verbo è irregolare sono indicati entro parentesi uncinata la 3a pers. sing. indicativo presente (solo se anomala), l'indicativo passato e il participio passato

befehlen <befiehlt, befahl, befohlen>

scheinen (1) <schien, geschienen>

I verbi composti irregolari non hanno la parentesi uncinata con l'indicazione dei tempi, perché si rimanda alla forma base.

Hanno l'indicazione: <sein> o <sein oder haben> tutti i verbi che non formano i tempi composti esclusivamente con haben.

I verbi riflessivi, i verbi pronominali e i verbi impersonali dell'italiano formano di regola i tempi composti con essere. In tedesco, invece, dove non ci sono indicazioni l'ausiliare è haben o avere, ma nei casi che potrebbero fuorviare l'utente, come il cambio di ausiliare all'interno della voce, viene dato anche <haben>.

Hanno sempre l'ausiliare haben o avere i verbi transitivi attivi.

 

Gli avverbi

La maggior parte degli avverbi tedeschi sono formalmente degli aggettivi in funzione avverbiale e vengono quindi trattati alla voce dell'aggettivo sotto il punto adv. Gli avverbi sono riportati come voce separata solo se si tratta di avverbi veri e propri quali höchst, sehr, ecc ...

 

Altre regole meno importanti

Il trattino o puntino sotto una vocale indicano l'accento tonico

Per tutti i sostantivi che indicano persone e hanno un genere naturale (es. presidente) la forma femminile viene registrata tra parentesi:

tanzer(in): ballerino(a)

Per i sostantivi composti o con prefisso valgono le indicazioni grammaticali della voce semplice; le desinenze si indicano soltanto se l'ultimo elemento di un sostantivo composto o con prefisso non è lemmatizzato autonomamente, se esse divergono dalle forme flessionali della voce semplice o se quest'ultima ha più di una forma per il plurale e il genitivo. La mancanza del plurale viene segnalata con ø, l'invariabilità con <->.

 

 

 

 

 

pronuncia, ripasso rapido

 

back to Index

 

 

präteritum

prèteritum

 

Häuser

oiser

 

mögen

Möbel

meugen

meubl

 

Kalb

Subjekt

kalp

zupiekt

b p sempre, se è in fine parola. Se non è in fine parola, la regola è meno chiara; sembra comunque che la b ad inizio parola non si trasformi (Bild bilt)

Cäsar

Cembalo

Cicero

tsasar

tsembalo

tsisero

c seguita da ä, e, i, ö

Subjekt

zupiekt

 

Rechnung

sechzig

rescnung

tsesctsisc

ch preceduta da e, i, ä, ö, ü, eu, äu

Wald

und

valt

unt

 

eben

sieben

Möbel

Biene

Garantie

Studieren

ebn

zibn

meubl

bine

garanti

studiren

 

sein

bei

dreißig

zain

bai

draisisc

 

immer

imɘ

 

treu

troi

 

zwanzig

dreißig

tsvantsisc

draisisc

 

ihr

ia:

 

wir

via:

 

sollen

dreißig

Saal

mittel

zolen

draisisc

zal

mitl

 

Physik

fisik

 

Quelle

kvele

 

Saal

zal

 

sparen

verstehen

scparen

versctehen

s in "sc", "sp" o dopo prefisso

schenken

scenken

 

Inflation

inflatsion

"-tion" "-tsion"

übel

ybl

 

Vater

fater

 

Wort

vort

 

Zeit

tsait

 

 

 

 

 

 

 

pronuncia - regole

 

back to Index

 

 

Le doppie si pronunciano come singole

dreißig drais

mittel mitl

Arrest arest

Suppe zupe

 

"ä" "e" aperta ("èra")

präteritum prèteritum

 

"au" "au"

laufen laufn

 

"äu" "oi" ("oü", "oy")

Häuser oiser

 

"b" "p"

in fine parola

Kalb kalp

???

Subjekt zupiekt

sieben zibn

eben ebn

"b" "b"

in inizio parola

bald balt

 

"c" "ts"

"ce", "ci", "cä", "cö"

Cembalo tsembalo

Cicero tsisero

Cäsar tsasar

 

ch "k"

Dach dak

preceduta da a, o, u, au

seguita da a, o, u, l, r

"ch" "sc"

Rechnung rescnung

preceduta da e, i, ä, ö, ü, eu, äu

 

"d" "t"

in fine di parola

bald balt

 

"det" e "den" "-dɘt" e "-dɘn" e non "-tet" e "-ten"

bewaldet bevaldet

werden dn

 

"e" "-"

???

eben eb_n

Möbel meub_l

werden vɘd_n

in parole di orgine tedesca

Biene bi ne

ziel zi l

nel suffisso accentato -ie

Garantie garanti

nel suffisso accentato -ieren

Studieren   studiren

 

"ei" "ai"

sein zain

zwei tsvai

Zeit tsait

 

-er "ɘ"

e in un posto diverso da fine frase?

immer immɘ

Verdacht fdakt

Verbund fbunt

werden vdn

 

"eu" "oi"

Deut Doit

treu troi

 

h

si aspira solo se è in inizio parola, altrimenti è muta

 

ie "i" ("e" muta)

In tutte le parole tedesche

in parole di orgine tedesca

Biene bi ne

ziel zi l

nel suffisso accentato -ie

Garantie garanti

nel suffisso accentato -ieren

Studieren   studiren

"ie" "ie" ("e" non muta)

Nelle parole straniere se non accentata

nelle parole di origine straniera quando la "ie" non è accentata

nelle parole straniere quando non si trova in fine di parola

 

-ig "-isc"

zwanzig zvanzisc

 

ihr "ia"

ihr ia

 

-ir "ia"

wir via

 

"ll" "l"

sollen zolen

 

"ö" "eu"

Möbel meubl

ö si pronuncia come la eu francese di bleu

 

"ph" "f"

Physik fisik

 

qu "kv"

Quelle   kvelle

 

"s" "z" in inizio parola (generalmente)

Saal za:l

sein zain

Sibirien zibirien

sobald zobalt

sollen zolen

Subjekt zupiekt

"s" "sc " in inizio parola ("sp", "st" o dopo prefisso)

sparen scparen

verstehen versctehen

 

"sch" "v"

schenken scenken

 

–tion "tsion"

Inflation inflatsion

 

"ü" "y" (u francese di parvenu)

übel ybl

 

v "f "

nelle parole tedesche

Vater fater

"v" "v"

all'inizio o all'interno di parole straniere

Vase vase

 

"w" "v" (sempre)

Wort vort

 

"z" "ts"

zwei tsvai

Zeit tsait

 

 

 

 

 

pronuncia - esercizi

 

back to Index

 

 

ein ain

elf elf

erste ɘstɘ

einfach ainfak

zwei tsvai

zwolf tsvœlf

zweite tsvaitɘ

zweifach tsvaifak

drei drai

dreizehn draitsen

dritte dritɘ

dreifach draifak

vier fiɘ

vierzig firtsiç

vierte fiɘtɘ

vierfach firfak

funf fynf

dreißig draisiç

fünfte fynftɘ

fünffach fynfax

sechs zeks

viertzig firtsiç

sechste zekstɘ

achtfach aktfak

sieben zibn

fünfzig fynftsiç

siebte ziptɘ

neunfach noynfak

acht akt

sechzig zeçtsiç

achte aktɘ

zehnfach tsenfak

neun noyn

achtzig axtsiç

neunte noyntɘ

 

zehn tsen

neunzig nointsiç

zehnte tsentɘ

 

 

hundert hundɘt

elfte elftɘ

 

 

 

zwölfte tsvœlftɘ

 

 

 

zwanzigste tsvantsiçtɘ

 

 

 

erste ɘstɘ

 

 

 

bin bin

war vaɘ

sei zai

wäre vèrɘ

bist bist

warst varst

seiest zaist

wärest vèrst

ist ist

waren warn

seien zain

wären vèrn

sind zint

wart vart

seiet zait

wäret vèrt

seid zait

 

 

 

 

 

habe habɘ

hatte hatɘ

habest habst

hätte hèt

hast hast

hattest hatst

 

 

hat hat

hatten hatn

 

 

haben habn

hattet hat

 

 

habt habt

 

 

 

 

 

werde veɐdɘ

wurde vurdɘ

würde vyrdɘ

geworden ghevordn

wirst virst

wurdest vurdest

würdest vyrdest*

 

wird virt

wurden vurdn

würden vyrdn

 

werden veɐdn

wurdet vurdt

würdet vyrdt*

 

werdet veɐdɘt

 

 

 

 

 

 

 

 

articolo determinativo

 

back to Index

 

 

 

maschile

femminile

neutro

plurale

Nom.

der

die

das

die

Gen.

des

der

des

der

Dat.

dem

der

dem

den

Acc.

den

die

das

die

 

 

 

 

 

articolo indeterminativo

 

back to Index

 

 

 

Singolare

Plurale

 

maschile

femminile

Neutro

 

Nominativo

ein

eine

ein

keine

Genitivo

eines

einer

eines

keiner

Dativo

einem

einer

einem

keinen

Accusativo

einen

eine

ein

keine

 

 

 

Singolare

Plurale

 

maschile

femminile

Neutro

 

Nominativo

kein

keine

kein

keine

Genitivo

keines

keiner

keines

keiner

Dativo

keinem

keiner

keinem

keinen

Accusativo

keinen

keine

kein

keine

 

 

 

 

 

declinazione dei sostantivi

 

back to Index

 

 

maschile

 

 

 

 

forte

 

debole

 

mista

nom

 

-

-, -e, -es, -r

 

(e)-

-n, -en

 

-

-n, -en

gen

 

-s, -es

-, -e, -es, -r

 

(e)n

-n, -en

 

-s, -es

-n, -en

dat

 

-

-, -e, -es, -r

 

(e)n

-n, -en

 

-

-n, -en

 acc

 

-

-, -e, -es, -r

 

(e)n

-n, -en

 

-

-n, -en

 

 

femminile

 

 

 

forte

 

debole

nom

 

-

e

 

-

-n, -en

gen

 

-

e

 

-

-n, -en

dat

 

-

-en

 

-

-n, -en

 acc

 

-

-e

 

-

-n, -en

 

 

neutro

 

 

 

forte

 

debole

nom

 

-

-, -e, -er

 

-

-n, -en

gen

 

-s, -es

-, -e, -er

 

-s, -es

-n, -en

dat

 

-

-, -e, -ern

 

-

-n, -en

 acc

 

-

-, -e, -er

 

-

-n, -en

 

 

nelle tabelle sottostanti si è operata una sintesi

 

maschile

 

 

 

 

forte

 

debole

 

mista

nom

 

-

-, -e, -es, -r

 

-n

-n

 

-

-n

gen

 

-

-, -e, -es, -r

 

-n

-n

 

-

-n

dat

 

-

-, -e, -es, -r

 

-n

-n

 

-

-n

 acc

 

-

-, -e, -es, -r

 

-n

-n

 

-

-n

 

 

femminile

 

 

 

forte

 

debole

nom

 

-

-e

 

-

-n

gen

 

-

-e

 

-

-n

dat

 

-

-e

 

-

-n

 acc

 

-

-e

 

-

-n

 

 

neutro

 

 

 

forte

 

debole

nom

 

-

-, -e, -er

 

-

-n

gen

 

-

-, -e, -er

 

-

-n

dat

 

-

-, -e, -ern

 

-

-n

 acc

 

-

-, -e, -er

 

-

-n

 

nella forte femminile e neutra si tratta sempre di una desinenza compresa nella forte maschile

singolare sempre invariato tranne che per la debole maschile

femminile e neutro non possiedono mista

plurale sempre in -n tranne che nelle forti

memo: il plurale femminile non può che finire in "e", che è una terminazione delle parole femminili

 

 

 

 

 

declinazione dei sostantivi (per tipi)

 

back to Index

 

 

Per quanto riguarda le declinazioni al singolare, con riferimento al genitivo singolare si distinguono 3 tipi di declinazioni

 

 

SINGOLARE

 

TIPO 1

TIPO 2

TIPO 3

 

der Tag

(il giorno)

das Land

(la terra)

der Mensch

(l’uomo)

der Junge

(il ragazzo)

die Stadt

(la città)

nom

der Tag

das Land

der Mensch

der Junge

die Stadt

gen

des Tag-(e)s

des Land-es

des Mensch-en

des Junge-n

der Stadt

dat

dem Tag-(e)

dem Land-(e)

dem Mensch-en

dem Junge-n

der Stadt

acc

den Tag

das Land

den Mensch-en

den Junge-n

die Stadt

  

Con riferimento al nominativo plurale si distinguono 8 tipi di declinazione

 

 

PLURALE

 

 

 

 

 

 

TIPO 1

TIPO 2

TIPO 3

TIPO 4

 

der Tag (il giorno)

die Nacht (la notte)

der Eimer (il secchio)

der Apfel (la mela)

nom

die Tag-e

die Nächt-e

die Eimer

die Äpfel

gen

de Tag-e

der Nächt-e

der Eimer

der Äpfel

dat

den Tag-en

den Nächt-en

den Eimer-n

den Äpfel-n

acc

die Tag-e

die Nächt-e

die Eimer

die Äpfel

 

 

 

 

 

 

TIPO 5

TIPO 6

TIPO 7

TIPO 8

 

die Uhr (l’orologio)

das Bild (l’immagine)

der Mann (l’uomo)

das Kino (il cinema)

nom

die Uhr-en

die Bild-er

die Männ-er

die Kino-s

gen

der Uhr-en

der Bild-er

der Männ-er

dier Kino-s

dat

den Uhr-en

den Bild-ern

den Männ-ern

den Kino-s

acc

die Uhr-en

die Bild-er

die Männ-er

die Kino-s

 

 

 

 

 

prospetto dei pronomi

 

back to Index

 

 

Pronomi come wer si declinano: "wem" = "a chi" (dativo)

 

 

dimostrativi

italiano

tedesco

declinazione

questo

quello

der

 

questo

dieser

 

quello

jene

 

quello

colui

derjenige

 

il medesimo

lo stesso

derselbe

 

tale

solcher

 

stesso

selbst

 

selber

 

interrogativi

 

chi?

wer

 

cosa?

etwas

was

 

quale?

welche

was für ein

 

quanto?

was kostet das?, quanto costa?

was

 

indefiniti

 

tutto, tutti

ogni

aller, alle, alles, alle (a) (p)

all non declinato se seguito da  possessivo o dimostrativo o art. determinativo

articolo determinativo

(allen invece che alles genitivo)

entrambi

beide

 

uno

einer

 

alcuni

einige

 

alcuni

etliche-

 

qualcosa

etwas

 

ogni

ognuno

jede

 

qualcuno

jemand

 

nessuno

(nel gruppo)

keiner

 

si

la gente

man

 

qualche

mancher

 

niente

nichts

 

nessuno

niemand

 

molto

viel

 

parecchi

mehrere

 

poco

wenig

 

qualche cosa

ich muss dir mal was sagen, devo dirti una cosa

was

 

qualcuno

wer

 

reciproci

 

l’uno per l’altro

füreinander

 

l’uno con l’altro

miteinander

 

l’uno sull’altro

übereinander

 

l’uno dall’altro

voneinander

 

relativi

 

che

al quale (dat.)

der

 

quale

che

welcher

 

ciò che, quello che

was er sagt, ist alles Quatsch, ciò che dice è un'enorme scemenza

was

 

chi, colui che

wer

 

 

 

aller

all

tutto, tutti

all meine Arbeit, tutto il mio lavoro

alles ab ins Bett!, tutti a letto!

all die Freunde, tutti gli amici

tutto (neutro)

alles in allem, tutto sommato/in tutto/totale

alles andere, tutto il resto

alles andere als ..., tutt'altro che ...

ogni

alle fünf Minuten, ogni cinque minuti

alle fünf Kilometer, ogni cinque chilometri

was

ciò che, quello che (pron. relativo)

was er sagt, ist alles Quatsch, ciò che dice è un'enorme scemenza

ich weiß nicht, was ich tun soll, non so cosa fare

alles, was ich aufgezählt habe, muss mit, tutto quello che ho elencato va preso

qualche cosa (pron. indef.)

devo dirti una cosa

cosa?

quanto?

was kostet das?, quanto costa?

perché

come, davvero non la conosci? was, die kennst du nicht?

wer

chi?

qualcuno (pron. indef.)

hat wer nach mir gefragt, qualcuno ha chiesto di me?

in seiner Branche ist er wer, nel suo ramo lui è qualcuno

chi, colui che (pron. rel.)

wer krank ist muss zu Hause bleiben, chi è ammalato deve rimanere a casa

ich weiß nicht wessen Auto das ist, non so di chi è la macchina

wem das nicht schmeckt, der braucht es nur zu sagen, a chi non piace non ha che da dirlo

 

 

 

 

 

pronomi personali

 

back to Index

 

 

 

Singolare

Plurale

 

1 a

2 a

3a masch.

3a femm.

3a neutro

1 a

2 a

3a

cortesia

Nomin.

ich

du

er

sie

es

wir

ihr

sie

Sie

Gen.

meiner

deiner

seiner

ihrer

seiner

unser

euer

ihrer

Ihrer

Dat.

mir

dir

ihm

ihr

ihm

uns

euch

ihnen

Ihnen

Accus.

mich

dich

ihn

sie

es

uns

euch

sie

Sie

 

Riepilogo dei significati di ihr, ihre, ihrer, ihrem, ihren, ihres

 

Significati relativi al pronome e all'aggettivo possessivo con esclusione delle forme del possessivo diverse dal nominativo, che sono riportate più sotto

 

ihr

voi (nom. 2a plur.)

a lei (dat. 3a sing. femm.)

suo (di lei) (agg. poss.)

suo (di esso) (agg. poss)

loro (masch) (agg. poss.)

loro (neutro.) (agg. poss.)

ihr macht, voi fate

ihre

vedi sotto

 

ihrem

vedi sotto

 

ihren

vedi sotto

 

ihrer

di lei (gen. 3a femm. sing.)

di lei (gen 3a sing. forma di cortesia)

di loro (gen. 3a plur.)

 

ihres

vedi sotto

 

 

Significati come aggettivo possessivo (solo prospetto nominativi)

 

 

maschile

femminile

neutro

plurale

“mio”

mein

meine

mein

meine

“tuo”

dein

deine

dein

deine

“suo” (m/n)

sein

seine

sein

seine

“suo” (f)

ihr

ihre

ihr

ihre

“nostro”

unser

unsere

unser

unsere

“vostro”

euer

eure

euer

eure

“loro”

ihr

ihre

ihr

ihre

 

Significati come aggettivo possessivo "suo" (di lei)

Ad esempio: ihr = "il suo" (di lei); ihres = "del suo" (di lei); ecc.

 

 

maschile

femminile

neutro

plurale

nom.

ihr

ihre

ihr

ihre

gen.

ihres

ihrer

ihres

ihrer

dat.

ihrem

ihrer

ihrem

ihren

acc.

ihren

ihre

ihr

ihre

 

 

 

 

 

pronomi e aggettivi possessivi

 

back to Index

 

 

Un aggettivo possessivo in italiano varia:

In relazione al genere del posseduto: sein (di Gianni) cane; seine (di Gianni) cagna

In relazione al numero del posseduto: ihr (di Carla) cane; ihre (di Carla) cani

In relazione al caso del posseduto: seines (del suo) (di Gianni) cane; seinem (al suo) (di Gianni) cane

In relazione al genere del possessore (solo per la terza persona singolare): sein (di Gianni) cane; ihr (di Carla) cane

 

Nella tabella seguente l’aggettivo varia in relazione al genere e numero del posseduto. Pertanto il plurale riguarderà il caso di più di un posseduto (“i miei cani”)

Nelle due righe “suo” (m/n) e “suo” (f) l’aggettivo varia invece in relazione al genere del possessore: sein Hund (di lui); ihr Hund (di lei)

La variazione in base al genere del possessore è sconosciuta all’italiano: il suo (di Carla) cane; il suo (di Gianni) cane. In tedesco è limitata però solo alla terza persona singolare.

Il plurale non varia in base al genere: seine = "suoi", "sue", "di esso"

 

 

maschile

femminile

neutro

plurale

“mio”

mein

meine

mein

meine

“tuo”

dein

deine

dein

deine

“suo” (m/n)

sein

seine

sein

seine

“suo” (f)

ihr

ihre

ihr

ihre

“nostro”

unser

unsere

unser

unsere

“vostro”

euer

eure

euer

eure

“loro”

ihr

ihre

ihr

ihre

 

 

 

"mio"

"tuo"

"suo" (m/n)

"suo" (f)

"nostro"

"vostro"

"loro"

maschile

mein

dein

sein

ihr

unser

euer

ihr

femminile

meine

deine

seine

ihre

unsere

eure

ihre

neutro

mein

dein

sein

ihr

unser

euer

ihr

plurale

meine

deine

seine

ihre

unsere

eure

ihre

 

La declinazione delle singole voci (es. “mio”) corrisponde a quella dell’articolo determinativo “ein”

 

 “mio” (m), "mio" (n),”mia" (f), "miei" (m)/"miei" (n)/"mie" (f)

 

maschile

femminile

neutro

plurale

nom.

mein

meine

mein

meine

gen.

meines

meiner

meines

meiner

dat.

meinem

meiner

meinem

meinen

acc.

meinen

meine

mein

meine

 

“tuo”, "tuo", "tua", “tuoi”/"tuoi"/"tue"

 

maschile

femminile

neutro

plurale

nom.

dein

deine

dein

deine

gen.

deines

deiner

deines

deiner

dat.

deinem

deiner

deinem

deinen

acc.

deinen

deine

dein

deine

 

In questa tabella "suo", "sua", ecc. significano "di lui" o "di esso"

 

“suo”, "suo", "sua", “suoi”/"suoi"/"sue" (maschile e neutro)

 

maschile

femminile

neutro

plurale

nom.

sein

seine

sein

seine

gen.

seines

seiner

seines

seiner

dat.

seinem

seiner

seinem

seinen

acc.

seinen

seine

sein

seine

 

In questa tabella "suo", "sua", ecc. significano "di lei"

 

“suo”, "suo", "sua", “suoi”/"suoi"/"sue" (femminile)

 

maschile

femminile

neutro

plurale

nom.

ihr

ihre

ihr

ihre

gen.

ihr