Crea sito

 

CONSIGLI PER LETTURE CULTURALI

 

back to HomePage

 

 

 

 

 

Bart Ehrman, Gesù non l’ha mai detto

 

Bart Ehrman, I cristianesimi perduti. Apocrifi, sette ed eretici nella battaglia per le Sacre Scritture

 

Bart Ehrman, Jesus Interrupted. Revealing the Hidden Contradictions in the Bible (And Why We Don’t Know About Them)

 

Bart Ehrman, God’s Problem: How the Bible Fails to Answer Our Most Important Question – Why We Suffer

 

Bart Ehrman, La verità sul “Codice da Vinci”

 

Volete farvi in brevissimo tempo e con relativamente pochi libri una cultura invidiabile sugli studi biblici riguardo la figura storica di Cristo? Allora è bene sappiate che leggendo gli autori italiani perdereste molto più tempo che non leggendo Bart Ehrman. Vi annoiereste molto di più, e non avreste una informazione imparziale.

Bart Ehrman è uno dei migliori studiosi statunitensi del Nuovo Testamento e delle origini del Cristianesimo. Ricopre il ruolo di Gray Distinguished Professor e di Chair of the Department of Religious Studies dell’Università della Carolina del Nord a Chapel Hill. Ma soprattutto, praticamente tutti i suoi libri, anche quelli divulgativi, sono pubblicati per le edizioni della prestigiosa Oxford University Press, la raccomandazione migliore per un lettore esigente e critico.

La qualità più straordinaria di Ehrman, oltre quelle di divulgazione, che sono, vi assicuro, strepitose, è la sua assoluta onestà intellettuale. Ehrman non parte da posizioni preconcette, è entrato nel mondo accademico quando ancora era cristiano evangelico e le conclusioni a cui giunge sulla figura del Cristo rappresentano l’esito di un impeccabile percorso di studio e valutazione delle fonti storiche che lo ha portato a cambiare idea sulla sua fede e che egli condivide con il lettore in uno straordinario dialogo intellettuale.

Leggere Ehrman non è solo mettersi in pari, in brevissimo tempo, con gli studi contemporanei più aggiornati, saltando la pletora di libri italiani di seconda categoria del tipo: “La vera storia di Gesù” ad opera di presentatori radiotelevisivi o di studiosi di scarsa caratura o decisamente orientati per il cattolicesimo, ma anche farsi una cultura incredibilmente vasta in pochissimo tempo sulla filologia e il metodo storico di studio del Nuovo e del Vecchio Testamento.

La letteratura italiana sull’argomento è largamente faziosa ed è indietro di quarant’anni rispetto alla critica biblica anglosassone. Per caso o per proposito, in Italia non è mai arrivata la letteratura scientifica anglosassone sul problema del Cristo storico.

“Letteratura anglosassone” non vuol dire assolutamente “letteratura protestante”, ma indica il lavoro di studiosi delle più prestigiose e laiche università statunitensi, come Princeton, Cambridge, Chicago University ecc., che hanno tutte, senza eccezioni, delle ottime cattedre e degli studiosi preparatissimi e imparziali di storia del Cristianesimo.

Per caso o per proposito, fino a ieri, le uniche traduzioni di opere straniere che rappresentano voci discordanti rispetto alla tesi della Chiesa Cattolica che gli insegnamenti e la vita del Cristo storico siano stati quelli indicati dal credo ufficiale erano sempre opere di studiosi di secondo livello, che sostenevano tesi stravaganti o deboli, puntualmente demolite dai teologi nostrani.

La prima e praticamente unica breccia importante si è avuta non tanto con la pubblicazione del Codice da Vinci (che per inciso Bart Ehrman giudica in gran parte erroneo), quanto con la pubblicazione della prima opera di Ehrman, “La verità sul Codice da Vinci”, che ha avuto talmente tanto successo di pubblico da eliminare ogni ostacolo alla pubblicazione anche in Italia delle altre opere di questo autore che espone (finalmente!) il punto di vista consolidato da ormai più di quarant’anni della letteratura scientifica anglosassone, secondo cui Cristo era un profeta apocalittico, i cui insegnamenti sono stati trasformati nel corso del tempo dalla nascente comunità cristiana ortodossa, in competizione con altri gruppi che essa è riuscita ad eliminare.

Il mio consiglio, è di procurarvi anche gli altri libri di Ehrman, o almeno i seguenti:

 

Bart Ehrman, Il testo del Nuovo Testamento. Trasmissione, corruzione e restituzione

Bart Ehrman, Gesù è davvero esistito? Un’inchiesta storica

Bart Ehrman, Sotto falso nome: Verità e menzogna nella letteratura cristiana antica

Bart Ehrman, A Brief Introduction to the New Testament

Bart Ehrman, The Bible: A Historical and Literary Introduction

  

Nonostante la sua prima opera sul Codice Da Vinci risalga a diverso tempo fa, ci sono voluti anni perché le opere più critiche rispetto alla visione cattolica siano state tradotte in italiano, e la sua ultima importantissima opera sul problema del male, “God’s Problem” è disponibile solo in inglese. Come diceva Renzo Arbore in una famosa pubblicità: “meditate, gente, meditate…”

 

Thompson, La guerra bianca

Uno dei libri più interessanti e di ottima lettura sulla prima guerra mondiale. Di particolare interesse la storia di come l’Italia sia entrata in guerra e delle manovre politiche che hanno portato a questo esito.

 

Paolo Branca, Voci dell'Islam moderno. Il pensiero arabo-musulmano fra rinnovamento e tradizione

Se volete farvi una idea precisa del pensiero arabo-musulmano a partire dall'Ottocento ai giorni nostri e capire i principali movimenti religiosi islamici questo libro non vi deluderà

 

Christian Jacq, Come leggere I geroglifici. Come entrare nel magico mondo degli antichi Egizi.

Se cercate una esposizione straordinariamente chiara di come si leggono i geroglifici egizi, saltate a pié pari tutti gli altri libri divulgativi: questo è il libro che fa per voi. Alla fine del libro sarete persino in grado di leggere le principali iscrizioni egizie che si trovano sui sarcofagi dei musei.

 

Raymond Klibansky, Erwin Panofsky, Fritz Saxl, Saturno e la melanconia

 

Fritz Saxl, La fede negli astri

 

Due straordinari libri di cultura sul ruolo che gli astri e in particolare il simbolo di Saturno hanno avuto nell’immaginario occodentale, da alcuni dei più straordinari studiosi di iconologia dei nostri tempi.

 

Vilayanur S. Ramachandran, Che cosa sappiamo della mente

 

Vilayanur S. Ramachandran, L’uomo che credeva di essere morto. E altri casi clinici sul mistero della natura umana

 

George Johnson, Dentro i palazzi della memoria. Come fabbrichiamo le parole nelle nostre teste

 

Steven Pinker, L’istinto del linguaggio

 

Chi scrive ha sempre nutrito una salutare diffidenza per le neuroscienze: il numero di pubblicazioni sull’argomento è ormai immenso, il numero di neuroscienziati “di fama” cresce di giorno in giorno (l’ultimo elenco di neuroscienziati illustri di Wikipedia riportava non meno di 254 nomi) e orientarsi in questa giungla, dove le opere mediocri o di pura illazione sono la quasi totalità non è facile.

Lette all’inizio con questo scetticismo, le opere di Ramachandram sono sembrate allo scrivente di livello assolutamente eccezionale (del resto si tratta forse del maggiore neuroscienziato vivente).

Un’altra opera eccezionale e poco nota è quella del giornalista scientifico George Johnson, che ha intervistato una lunga serie di neuroscienziati. Se volete conoscere lo stato della ricerca attuale sul funzionamento dei circuiti cerebrali, sugli assoni, i dendriti e le sinapsi in qualche ora, leggete Johnson e non ve ne pentirete

Steven Pinker ha scritto un libro sul linguaggio dal punto di vista neurocognitivo che è una boccata di aria fresca e di serietà scientifica rispetto alla pletora di pataccari che continuano a spacciare teorie freudiane, lacaniane o di altra fumosa genealogia come scientifiche.

 

Jostein Gaarder, Il mondo di Sofia

 

Bertrand Russell, Storia della filosofia

 

Bertrand Russell, I problemi della filosofia

 

Quello di Gaarder è un classico di divulgazione filosofica che non necessita di commenti. Come pure la storia della filosofia di Bertrand Russell. Russell ha pubblicato anche The Problems of Philosophy un piccolo gioiello di 100 pagine in cui illustra meravigliosamente il metodo e i problemi della filosofia.

 

Matei Cazacu, Dracula

 

Tommaso Braccini, Prima di Dracula: archeologia del vampiro

 

Siete stanchi di racimolare notizie sul Dracula storico da testi sensazionalistici o poco documentati? Questi due libri dicono la parola definitiva sul personaggio storico di Vlad Dracul e sulle origini della credenza nei vampiri.

Il libro di Matei Cazacu, docente presso l’Università di Parigi IV, paleografo e ricercatore è documentatissimo, ed è inoltre un affascinante e straordinario viaggio nel balcani del Quattrocento, ricco di una messe affascinante di notizie storiche.

Il saggio di Braccini invece, completo di una bibliografia preziosa, esplora invece la genesi della figura folcloristica del vampiro, fornendo una informazione definitiva e aggiornata sull’argomento.

 

Eduard Zeller, La filosofia dei Greci nel suo sviluppo storico (Rodolfo Mondolfo curatore)

 

Eduard Zeller, Outlines of the History of Greek Philosophy

 

David Ross, Aristotle

 

Nicola Abbagnano, Storia della filosofia

 

Giovanni Reale, Storia della filosofia antica

 

Sono qui presentati i libri fondamentali che dovreste leggere sulla storia della filosofia antica.

I libri di Zeller sono comunque giudicati da chi scrive superiori a qualsiasi altro libro sia stato scritto successivamente. La filosofia dei Greci nel suo sviluppo storico è enorme, e la potete trovare in formato pdf in questo sito www.learningsources.altervista.org (clicca qui).

La Outline of the History of Greek Philosophy, per chi ha la fortuna di saper leggere l’inglese, è un agile libro di 311 pagine che non perde niente del valore dell’opera principale.

Il libro di Sir David Ross è un classico su Aristotele ed ha la peculiarità (e il pregio) di seguire da vicino l’articolazione del corpus degli scritti aristotelici.

L’opera di Nicola Abbagnano, in 6 volumi, è un classico insuperato per la sua chiarezza e accessibilità.

 

Ermanno Bencivenga, Il mio primo libro di logica

Questo libro straordinario rappresenta una introduzione accessibile e purtuttavia sufficientemente tecnica che spiega ad una persona colta cos’è la logica matematica, una disciplina resa famosa dal celebre teorema di incompletezza di Gödel e da libri come Gödel, Escher, Bach. Un’eterna ghirlanda brillante, di Douglas Hofstadter.

 

Wolfgang Schirmacher, The Essential Schopenhauer

Avete sentito parlare del famoso pessimismo di Schopenhauer? Vi hanno detto che la filosofia di Nietzsche – e molta della filosofia contemporanea – non può essere compresa senza aver studiato questo autore fondamentale?

Ebbene è vero, ma dio vi scampi, in prima battuta, di affrontare le 1582 pagine de Il mondo come volontà e rappresentazione per i tipi della Mondadori!

Il volume di Schirmacher vi fornirà, in poco più di 300 pagine, una antologia e una visuale completa del pensiero di Schopenhauer. Unica raccomandazione: prima di leggere questo filosofo dovete assolutamente leggere una esposizione della filosofia kantiana (ottima quella di Abbagnano) e magari anche la sintesi del pensiero di Schopenhauer che è riportata in questo sito www.learningsources.altervista.org (clicca qui).

 

Gibbon, The History of Decline and Fall of Western Roman Empire

Quest’opera, sebbene scritta in tempi non recenti (tra il 1776 e il 1789) è talmente valida che è stata recentemente rieditata versione integrale dalla Penguin Books e dalla Mondadori in versione ridotta.

Se volete acquisire una mastodontica cultura sull’impero romano di oriente e occidente da Augusto alla presa di Costantinopoli ad opera di Maometto II nel 1453, non avete che da leggere queste straordinarie pagine, ricche di vivacità e di osservazioni acute.

Una splendida lettura da consigliare ad un ragazzo.

 

Erwin Rohde, Psiche, culto delle anime e fede nell’immortalità presso i Greci

Rohde è stato uno dei più straordinari classicisti dell’Ottocento e, insieme a Wilamowitz-Moellendorf, uno dei maggiori dell’epoca moderna, anche se stranamente è poco conosciuto al difuori della cerchia degli addetti ai lavori.

Sebbene la sua opera sia stata scritta alla fine dell’Ottocento, è ancora una validissima e affascinante guida alla scoperta del pensiero greco, che non può mancare nella biblioteca di una persona colta, ed è stata opportunamente rieditata dalla Editrice Laterza

 

Mircea Eliade, Lo sciamanismo e le tecniche arcaiche dell’estasi

Oggi molti si accostano con grande interesse al fenomeno dello sciamanesimo, ma purtroppo il livello della letteratura sull'argomento - per non parlare del fatto che in Italia si pubblica comparativamente assai poco - è estremamente basso. Viene qui resa disponibile una delle pochissime eccezioni a questo panorama desolante: da Mircea Eliade, la più ampia trattazione critica, storica e comparatistica sullo sciamanesimo e le tecniche utilizzate sin da epoche arcaiche per ottenere estasi mistiche. Una straordinaria opera di erudizione di uno dei più grandi studiosi moderni di storia delle religioni.

 

Mircea Eliade, Storia delle credenze e delle idee religiose

Chi abbia la possibilità di mettere le mani su un’opera di Mircea Eliade non se la lasci sfuggire! Accanto alle straordinarie opere di studio del simbolismo religioso, la Storia delle credenze e delle idee religiose e la Storia delle religioni sono due capolavori da leggere tutto d’un fiato.

 

Freud, Introduzione alla psicanalisi

Lasciate stare le esposizioni di seconda mano della psicanalisi. Questa straordinaria introduzione scritta da Sigmund Freud stesso, sebbene in alcune parti appesantita da argomentazioni un po’ prolisse, è la migliore e più accessibile esposizione del freudismo.

 

Prosperi, L’eresia del libro grande

Un libro assolutamente straordinario, densissimo, che partendo da un caso poco noto di eresia in Italia alla fine del Cinquecento, traccia un affresco straordinario della lotta tra Inquisizione ed eretici in Italia, agli albori della Controriforma.

 

Spence, Il palazzo della memoria di Matteo Ricci

La migliore biografia in assoluto del grande gesuita Matteo Ricci, l’”apostolo della Cina”, e anche uno straordinario libro di storia. Ciò che la rende assolutamente straordinaria è che l’autore prende lo spunto dalle vicende di Matteo Ricci per tracciare un quadro vivido e avvincente della vita quotidiana e delle vicende politiche dell’Europa e della Cina dell’epoca.

Leggere questo libro è una straordinaria avventura della mente e del cuore.

 

Desmond Morris, La scimmia nuda

Un classico di antropologia che ha fatto epoca: scritto da un etologo che illustra le similiarità tra il comportamento dell’uomo e quello degli altri primati e dei mammiferi in generale.

 

Silvia Ronchey, Ipazia, la vera storia

Quest’opera notevolissima e definitiva sull’argomento presenta molteplici spunti di interesse: a) fornisce un affresco del mondo pagano e un quadro straordinario delle persecuzioni che il cristianesimo ormai affermato inflisse al culto pagano; b) traccia un completissimo excursus storico della figura di Ipazia come è stata interpretata nelle varie epoche; c) fornisce notizie estremamente interessanti sul mondo pagano e le sue credenze; d) E’ una delle storie meglio documentate e storicamente più rigorose della figura di Ipazia, la cui storia è spesso inquinata da imprecisioni storiche e propagandistiche.

 

Walpola Rahula, L’enseignement du Bouddha

Volete sapere tutto sul buddhismo hinayana, quello più autentico e originario, detto anche del “piccolo veicolo”, in contrapposizione al buddhismo popolare e tardo del “grande veicolo” leggendo un’opera di appena duecento pagine?

Lasciate stare i tomi scritti dal Dalai Lama. Questo gioiello, scritto dal monaco Walpola Rahula, priore di un monastero a Ceylon, vi dirà tutto quello che c’è da sapere. Il libro è persino corredato da una ottima antologia di brani tratti dal canone pali, scelti da una persona realmente versata negli insegnamenti del Buddha.

 

Carl Sagan, Il mondo infestato dai demoni

Nonostante il titolo, il libro è stato scritto da uno dei massimi scienziati contemporanei, ed è una analisi delle superstizioni, delle leggende metropolitane, dei pregiudizi valutati alla luce del metodo scientifico. Una lettura straordinaria e preziosa.

 

Jean-Marie Bourre, La dieta che fa bene alla mente

Tutto quello che c’è da sapere per alimentarsi correttamente per evitare l’invecchiamento del cervello e mantenerlo in forma

 

Isadore Rosenfeld, Vivi adesso, invecchia dopo

 

Isadore Rosenfeld, Dottore, cosa dovrei mangiare?

 

Tutto quello che c’è da sapere sulla prevenzione e l’alimentazione, esposto con chiarezza dal più famoso medico statunitense.

 

Luigi Einaudi, In lode del profitto ed altri scritti (Mercato, Diritto, Libertà)

Una straordinaria raccolta di saggi che dovrebbe costituire una lettura necessaria all’educazione politica di ciascuno di noi.

 

Nico Valerio, L’alimentazione naturale

Volete sapere tutto quello che c’è da sapere sull’alimentazione vegetariana? Non avete che da leggere questo completissimo libro, di ben 778 pagine, che elenca le proprietà e le caratteristiche di pressoché tutti gli alimenti vegetali. Una vera bibbia del vegetarianesimo, che è aggiornata dall’autore con gli ultimi articoli scientifici pubblicati su ciascun singolo alimento.

 

Hans Jonas, Lo Gnosticismo

 

Gnosticismo antico e moderno (www.learningsources.altervista.org)

 

Mauro Odetti, Piccola storia delle eresie

 

Il libro di Hans Jonas è una delle migliori esposizioni del pensiero gnostico.

Esso può essere utilmente completato con il documento di ben 370 pagine presente in questo sito, che amplia la trattazione esponendo tutte le forme di gnosticismo, sia antico che moderno (clicca qui).

Il libro di Odetti presenta in forma agile e fresca una enorme messe di informazioni sulle eresie dai primi secoli del Cristianesimo fino all’undicesimo secolo.

 

Jacobsen-Frankfort, La filosofia prima dei greci. Concezioni del mondo in Mesopotamia, nell’antico Egitto e presso gli Ebrei

Un libro straordinario sulla spiritualità dei popoli semiti

 

Henri Corbin, Storia della filosofia islamica

La messe di informazioni che fornisce questo libro di Corbin sulla filosofia ma anche su tutta la spiritualità islamica è assolutamente impressionante, anche se il libro non è di facile lettura

 

Eysenck-Kamin, Intelligenti si nasce o si diventa?

Ecco un libro interessante e scientificamente ineccepibile su un dibattito aperto: è la natura a prevalere sulla cultura o è il contrario?

Il libro contiene due interventi di due studiosi che difendono i due opposti punti di vista

 

Edward Luttwak, La grande strategia dell’impero romano

 

Edward Luttwak, La grande strategia dell’impero bizantino

 

Leggendo i due libri di Luttwak si guadagna una considerevole mole di informazioni sulla organizzazione militare romana e sui rapporti con i popoli al confine dell’impero che non si trova da nessun’altra parte.

 

Carlo Ginzburg, Ecstasies: Deciphering the Witches’ Sabbath

Questo è il libro più importante di Carlo Ginzburg, stranamente disponibile solo in versione inglese. E’ un viaggio affascinante attraverso il folklore europeo alla scoperta del vero signficato del Sabba delle Streghe. Lo considero il libro più importante sulle origini della stregoneria scritto sino al momento attuale.

 

Jared Diamond, Armi, acciaio e malattie

Se volete farvi una cultura enciclopedica sulla storia, le migrazioni, lo sviluppo della cultura umana dalle origini ai tempi storici, con questo straordinario libro di Jared Diamond, in breve tempo otterrete il risultato.

Il libro è un vero godimento dell’intelletto, un prodotto di eccellenza come se ne trovano nella cultura anglosassone, un capolavoro storico e culturale.

 

Anita Seppilli, Poesia e magia

Una classica opera che esplora il terreno affascinante delle relazioni tra la parola e la magia, documentatissimo e di straordinaria erudizione

 

Daniel Pickering Walker, Spiritual and Demonic Magic from Ficino to Campanella

Si tratta di un'opera fondamentale sulla magia astrale praticata nei circoli esoterici fiorentini del Cinquecento. Lo storico Brian Copenhaver ha affermato che “Spiritual and Demonic Magic remains the basis of contemporary scholarly understanding of the theory of magic in postmedieval Europe.”

 

Rosario Villari (cur.), L’uomo barocco

Una straordinaria raccolta di saggi, curata da Rosario Villari, sulle varie figure dell'epoca barocca (il condottiero, il borghese, lo statista... ecc.) ad opera dei migliori studiosi nei rispettivi campi di competenza.

 

Frances Yates, L’arte della memoria

 

Frances Yates, Giordano Bruno e la tradizione ermetica

 

Frances Yates, Cabbala e occultismo nell’età elisabettiana

 

Frances Yates, Astrea. L’idea di impero nel Cinquecento

 

Paolo Rossi, Clavis Universalis

 

Le opere di Frances Yates sulla tradizione magica europea sono tra le più straordinarie mai scritte. La sua analisi delle credenze di Giordano Bruno è nettamente superiore a quella scolastica, tradizionale e priva di originalità di Luigi Firpo. La sua analisi dell’arte di memoria dà dei punti alla Clavis Universalis di Paolo Rossi, che al confronto è un insieme di divagazioni incompiute.

Ogni libro della Yates porta l’impronta di un pensiero straordinariamente acuto, e vi fornirà una intima comprensione della cultura europea del Rinascimento e del Seicento che cercherete invano nelle paludate opere degli studiosi italiani.

 

Robert Eisenman - Michael Wise, Manoscritti segreti di Qumran

Nel 1947, in una grotta sulla sponda nord-occidentale del Mar Morto è venuta alla luce una straordinaria biblioteca di testi utilizzati da una comunità essena della Palestina ai tempi in cui nacque il Cristianesimo.

La pubblicazione delle centinaia di manoscritti, però, venne ritardata da cause sconosciute, e ancora all’inizio del 1990 ben poco era trapelato dall’ambiente degli studiosi.

In quest’opera unica, due coraggiosi studiosi, Robert Eismann, docente di Religioni del Medioriente al Caltech e professore associato al Linacre College di Oxford, e Micael Wise, Professore di Aramaico presso l’Università di Chicago, hanno rotto il muro del silenzio pubblicando per la prima volta la traduzione integrale di tutti i testi rilevanti.

Se volete farvi una idea delle concezioni dei millenaristi ebrei verso l’inizio dell’era cristiana e del significato del ritrovamento di Qumran vi conviene saltare tutte le esposizioni incomplete e leggere questo libro definitivo sull’argomento.

 

Michael Sandel, Giustizia

 

Michael Sandel, Quello che i soldi non possono comprare. I limiti morali del mercato

 

Chi vuole avventurarsi nel dominio della filosofia del diritto non trova migliore ingresso degli splendidi libri di Michael Sandel, che hanno avuto in America uno straordinario e meritato successo di pubblico.

 

Rodney Stark, A gloria di Dio. Come il cristianesimo ha prodotto le eresie, la scienza, la caccia alle streghe e la fine della schiavitù

Rodney Stark è sociologo della religione e docente di Scienze sociali presso la Baylor University in Texas, ed è di dichiarata posizione cattolica.

La lettura di questo libro viene qui raccomandata perché la sua erudizione è prodigiosa e per scrivere questo libro utilizza analizza criticamente tutti i migliori e più aggiornati lavori scientifici apparsi sugli argomenti indicati dal titolo.

Chi scrive non prende posizioni ideologiche, ma la raccomanda caldamente, per l’altissimo livello e come antidoto alla unilateralità del pensiero anticlericale e anticattolico a tutti i lettori di mente aperta.

 

Tim Gowers, Matematica

 

Keith Devlin, Dove va la matematica

 

Ian Stewart, Concepts of Modern Mathematics

 

Quello di Gowers è un piccolo e agile volume, scritto da un importante e giovane matematico di Cambridge, che spiega in modo accessibile diversi aspetti della nuova matematica, inclusi gli iperspazi.

Da completare con l’accessibile lavoro di Keith Devlin e con quello del noto divulgatore Ian Stewart, bellissimo ma purtroppo accessibile solo in inglese.

 

 

 

 

 

to be continued…