Crea sito

 

Consigli di ottimizzazione della casa

 

 

back to HomePage

 

 

INDICE

❍  Illuminazione a led per la vostra casa

❍  Forno a microonde: pregiudizi da superare

❍  Usare razionalmente il termosifoncino elettrico: alcune cose che sicuramente non sapete

❍  Termostato wireless: questo sconosciuto

❍  La temperatura notturna della stanza da letto

❍  Hai una stanza con due pareti che danno sull’esterno? Ecco cosa devi assolutamente fare

❍  Lana, pile, piumino: quale delle tre tiene più caldo la notte?

❍  Se proprio vuoi il migliore sistema di gestione del flusso di acqua calda nei termosifoni…

❍  Umidificatore a ultrasuoni? Leggi prima qui.

❍  Costruire da soli una libreria è facilissimo e divertente

❍  Stampante wireless: pratica e utile per la salute

❍  Kitchen Safe e i suoi fratelli: qualcosa che potrebbe interessarvi

❍  Comprare una cassaforte?

❍  Dettare al computer

❍  Alcool da pasticceria e ammoniaca: due detersivi ecologici e poco usati

❍  Prese elettriche filtrate, estintori e rivelatori di fumo per evitare incendi domestici

❍  È arrivata l’estate e avete un ventilatore a pavimento? Ecco come migliorarlo

❍  Tapis roulant e palestra domestica.

❍  Sistemi di allarme domestici?

❍  Elettrodomestici utili: bilancia da cucina, timer e termometro da forno

❍  Trucchi di magia: cuocere il riso integrale dedicando 180 secondi alla preparazione e poi andare a guardare la televisione in attesa di scodellarlo.

❍  Rinnovate i pavimenti di casa? Attenti ai tipi di piastrelle impossibili da pulire.

❍  Stanchi di cercare una donna per pulizie domestiche una tantum? In Italia è arrivato Helpling

❍  I mille vantaggi della spesa online

❍  Soffitta asciutta ma aperta e polverosa? Ecco come stivare gli oggetti

❍  Pila a led: un gadget indispensabile

❍  Raccoglitori da ufficio: istruzioni per l’uso

❍  Vasca e doccia sempre insieme

❍  Una valida alternativa all’acqua in bottiglia dei supermercati

❍  Connessione internet via chiavetta telefonica, via fibra o con il lan-sharing?

❍  Orologi radiocontrollati e termometri digitali

❍  Una piazza e mezzo per un sonno più confortevole

❍  Un condizionatore d’aria per l’estate? Alla larga da quelli portatili, scegliete quelli split

 

 

 

 

 

 

 

 

Illuminazione a led per la vostra casa

back to Index

 

 

Una lampadina a led consuma sei volte meno e dura sei volte di più di una lampada ad incandescenza.

Vi sarete resi conto che le lampadine tradizionali della vostra casa si bruciano con estrema frequenza: è la conseguenza inevitabile dell’abbassamento dei margini di profitto e quindi di qualità dei produttori a seguito della concorrenza internazionale.

Le lampade a led sono superiori, per resa energetica e durata, anche alle lampadine al neon, che, come vi dirà ogni oculista, gettano una luce sfocata che non è idonea per la lettura e la visualizzazione quando si svolgono lavori di precisione.

I prezzi delle lampadine led, prima proibitivi, sono ormai crollati: una lampadina Philips con luminosità equivalente a 100 W a incandescenza costa 6-8 euro e consuma solo 13 W. Lampadine non di marca ma egualmente valide costano ancora meno. Che è come dire che in un anno vi ripagate l’acquisto con i risparmi sulla bolletta energetica.

Considerate poi, il subdolo aggravio di spesa delle lampadine tradizionali di cui ho detto sopra: una lampadina ad incandescenza vi costringe ad acquistarne una nuova in media ogni due anni.

Il miglior sistema di illuminazione attualmente disponibile è il sistema hue della Philips. Esso consiste in lampade led, ciascuna in grado di produrre 12 milioni di colori diversi, comandabili singolarmente tramite una app scaricabile gratuitamente sul vostro telefonino e attraverso il router della vostra rete domestica wi-fi.

Ciascuna lampadina hue ha una luminosità corrispondente a quella di una lampada a incandescenza da 60 watt.

L'app hue può controllare fino a 50 lampade. Può essere generata qualsiasi tipo di luce: dalla luce fredda, adatta allo studio, alla luce calda, adatta al salotto, alla luce azzurra adatta alla stanza da letto.

Tra i vantaggi delle lampadine led, oltre il bassissimo consumo (un decimo di quelle ad incandescenza) e la durata assai superiore a quella delle lampade a incandescenza (ben 18.000 ore in media), c'è il fatto di avere una luce priva di raggi infrarossi o ultravioletti, che potrebbero danneggiare o dare fastidio all'occhio.

Il livello di luminosità di ogni lampadina è regolabile come con un dimmer, sempre tramite telefonino. Questa è una caratteristica molto importante, perché la maggior parte delle lampadine led in commercio non è dimmabile. Quelle poche che sono dichiarate dimmabili in realtà non accettano tutti i dimmer in commercio - o meglio sono compatibili solo con quelli dichiarati dai costruttori. E anche con un dimmer compatibile, spesso il cambio di luminosità avviene a scatti ed è poco controllabile, mentre con una lampadina Hue è perfettamente fluido e completamente controllabile.

Lo Starter Kit hue costa 100 € e comprende due lampadine e il bridge da collegare ad un ingresso USB del vostro router wi-fi. Ogni lampadina costa 50 €.

Tra le funzionalità più interessanti c'è quella delle "scene": una volta selezionato un gruppo di lampadine e impostato il tono e la luminosità di ciascuna, questa combinazione può venir registrata nel telefonino come una "scena", richiamabile a piacere.

E' anche possibile fotografare una luce che ci piace particolarmente (ad es. quella di un cielo terso o la luce uniforme fuori della finestra con un tempo chiaro ma nuvoloso) e registrarla come scena: il sistema hue riprodurrà ogni volta fedelmente la tonalità originale.

Sono acquistabili a parte gli interruttori Tap hue, dotati di quattro pulsanti, a ciascuno dei quali può venir abbinata una scena. Questi interruttori non necessitano di fili di collegamento per l'alimentazione, perché sono autoalimentati dal movimento di pressione del dito che genera elettricità con un sistema piezoelettrico, e possono essere avvitati o incollati ovunque.

Numerosissime altre possibilità sono disponibili collegandosi al sito Hue della Philips.

Esistono diverse altre app di terze parti a pagamento (qualche euro) che ampliano le possibilità del sistema Hue con altre funzionalità.

Unico accorgimento: i telefonini con sistema Windows Phone non sono in grado di scaricare correttamente l'app, che funziona invece perfettamente con Android.

 

 

Forno a microonde: pregiudizi da superare

back to Index

 

 

Chi crede ancora che il forno a microonde faccia venire il cancro? Sono fobie assurde, che vi impediscono di usufruire di un elettrodomestico dalle funzionalità veramente eccezionali.

Mai più pasti freddi o necessità di travasi in pentolini per riscaldare latte e quant’altro sui fornelli: 30 secondi di forno a microonde e voi e i vostri figli avrete vivande sempre calde.

Il forno a microonde non fa buone pizze, è vero, e non fa buoni arrosti, perché lascia intatta la maggior parte dell’acqua contenuta nell’alimento, che invece il forno tradizionale asciuga. Ma a questo inconveniente i produttori hanno rimediato con i forni “combo”, che uniscono al generatore di microonde un elemento a incandescenza: avrete dunque la vostra sacrosanta pizza e la vostra adorata orata croccante.

Il forno a microonde è il metodo insuperato per cuocere a vapore verdure, carni e pesce. Se siete vegano, vegetariano, o semplicemente attento ad evitare i grassi cotti, è sufficiente mettere il merluzzo surgelato o la fettina con un po’ d’acqua in una pyrex e dare otto minuti di cottura. Voilà. Se volete migliorare il sapore non avete che da ungere lievemente il pesce, la verdura o la carne e il sapore sarà decisamente migliorato. Non c’è limite in realtà agli accorgimenti che potete adottare per rendere le vivande cotte a microonde saporite come quelle del forno tradizionale.

Uno dei vantaggi straordinari del forno a microonde? Non dovrete mai pulirlo! A distanza di mesi, troverete il suo interno immacolato e splendente come quando l’avete acquistato.

Il forno a microonde è come il computer: più si usa, più si moltiplicano gli impieghi utili che riuscite a trovare. Ma dovete, appunto, cominciare ad usarlo.

A buon intenditor poche parole.

 

 

Usare razionalmente il termosifoncino elettrico: alcune cose che sicuramente non sapete.

back to Index

 

 

Il termosifoncino elettrico è una risorsa eccezionale per riscaldare stanze fredde dove c’è un neonato, una persona anziana o un malato o dove si abbia bisogno di una temperatura più alta e confortevole rispetto al resto della casa.

Sarebbe una risorsa eccezionale, ma non lo è. Perché?

Per tre ragioni, due effettive e una solo immaginata: a) perché il suo termostato vi costringe a continui accendi-spegni per aggiustare la temperatura; b) perché il suo termostato non offre un sufficiente risparmio energetico; c) perché consuma troppa energia elettrica (questa è la ragione immaginaria).

Il termostato dei termosifoncini elettrici serve unicamente a regolare la loro temperatura, e non la temperatura della stanza. Il risultato è, che se non si interviene a spegnerlo, la temperatura della stanza sale costantemente, malgrado il termostato.

Occorre quindi collegare il termosifoncino ad una presa elettrica gestita da un termostato ambientale. Questo fa sì che il termosifoncino rimanga acceso solo il tempo indispensabile per raggiungere la temperatura programmata della stanza, e consente di realizzare dei notevolissimi risparmi di energia elettrica.

Fino a poco tempo fa non si trovavano in commercio dispositivi del genere. Chi scrive ne ha realizzato uno nel proprio laboratorio hobbistico di elettronica.

Ma recentemente un'azienda tedesca ha messo in commercio un apparecchio composto da due parti: un termostato wireless da piazzare sul tavolo, e una unità ricevente dotata di presa elettrica per il termosifoncino, che viene acceso o spento per regolare perfettamente la temperatura. Il prodotto si chiama oneConcept, e viene venduto su amazon.it a 70 euro (vedi foto).

 

 

Chi scrive l'ha acquistato e può garantire che funziona perfettamente.

Se siete preoccupati per il consumo elettrico del termosifoncino, potete accoppiare a questo dispositivo un misuratore di consumo elettrico, che visualizza i kilowattora e costa all'incirca 14 € (vedi foto).

 

 

In questo modo potete fare i calcoli di quante ore e di quanti gradi di riscaldamento supplementare potete permettervi.

Comunque non siamo ai livelli allarmistici di chi afferma che il riscaldamento elettrico manda in rovina: io ho scoperto che riscaldare per 24 intere ore una stanza col termosifoncino aggiungendo 3 gradi alla temperatura dei termosifoni ha un costo che non supera i 40 € al mese.

 

 

 

Termostato wireless: questo sconosciuto.

back to Index

 

 

Qual è la differenza tra un termostato tradizionale un termostato wireless?

Semplicemente il fatto di poter spostare il termostato nella stanza che si desidera.

In determinate situazioni questo può portare a decisi vantaggi: se il vostro termostato si trova nella stanza più calda della casa e non potete spostarlo, il resto delle stanze sarà forse troppo freddo; mentre se il termostato da parete si trova nella stanza più fredda della casa il resto delle stanze sarà troppo caldo.

Considerate che un termostato wireless, oltre a non richiedere opere murarie per essere collegato alla caldaia, può essere spostato nella stanza in cui si sta svolgendo la vostra attività principale: durante la giornata nel salotto, durante la notte in camera da letto, in maniera da regolare la temperatura in modo ottimale.

Un termostato wireless ha un costo esattamente identico a quello di un termostato da parete e la sua istallazione è facilissima. Pensateci.

 

 

La temperatura notturna della stanza da letto.

back to Index

 

 

Espongo qui un'opinione personalissima: le malattie da raffreddamento si prendono nella camera da letto, e precisamente nelle ore più fredde della notte, quando il riscaldamento centrale è disattivato e una persona inavvertitamente si scopre.

Ci sono comunque alcuni dati oggettivi che vale la pena di considerare: il calore si può trasmettere per convezione, per irraggiamento e per conduzione. Quando una persona si trova in una stanza, c'è un continuo scambio di radiazioni infrarosse tra il suo corpo e le pareti (sempre più fredde) della stanza, secondo la legge fisica che vuole che i due corpi posti a contatto termico uniformano la loro temperatura.

Durante la notte, quindi, le pareti funzionano da radiatori freddi che assorbono calore da qualsiasi superficie non sia adeguatamente protetta.

Ma non basta: pochi sanno che l'apparato respiratorio patisce ugualmente una stanza molto fredda, anche se la persona è ben coperta. Il celebre professor Nicola Pende affermava negli anni Sessanta che un barbone che dorme per strada, per quanto sia messo dentro 10 sacchi a pelo, è come se praticamente dormisse nudo, perché l'aria fredda che entra nei bronchi gli provoca lo stesso danno che se fosse senza alcuna protezione termica.

Chi scrive non ha preso un'influenza negli ultimi 25 anni, e ritiene che questo sia dovuto al fatto che durante la notte mantiene la temperatura della stanza costantemente a 19°. A voi ponderare questo consiglio ed eventualmente seguirlo.

 

 

Hai una stanza con due pareti che danno sull’esterno? Ecco cosa devi assolutamente fare.

back to Index

 

 

Le stanze con due pareti che danno sull'esterno sono le peggiori dal punto di vista della climatizzazione. Se aggiungiamo il fatto che molti appartamenti sono stati costruiti in un periodo in cui gli accorgimenti  per l’isolamento termico erano a dir poco rudimentali, il risultato è che voi dormite in una stanza con due pareti che sono due enormi elementi che irradiano freddo.

Il consiglio è: dovete assolutamente isolare le pareti.

Chi scrive ha vagliato diverse soluzioni.

Forse è poco noto che i pannelli di polistirolo si degradano dopo appena 7-8 anni. Il legno è sicuramente l'alternativa più valida che è anche esteticamente più bella.

È sconsigliabile, però, fare dei pannelli di legno stuccati: si sprecherebbe un sacco di soldi, occorrerebbe piazzare dei reticoli speciali per evitare che compaiano le crepe di connessione, e dopo tutto questo sforzo l'effetto sarebbe molto meno bello di pareti di legno vivo, installate su listelli orizzontali previamente fissati alla parete.

L'unico accorgimento che dovete utilizzare è di prendere dei pannelli non superiori in spessore a 1,8 mm. Chi scrive aveva provato in un primo tempo a piazzare dei pannelli di legno da 6 cm. di spessore, e ha scoperto troppo tardi che pannelli di simile spessore "imbarcano" e non c'è modo di fissarli in maniera che la parete risulti dritta e uniforme. È quindi necessario prendere tre pannelli sovrapposti da 2 cm ciascuno.

In questo modo la vostra camera sarà perfettamente isolata e avrete un cospicuo risparmio energetico, oltre che un comfort nettamente maggiore.

 

 

Lana, pile, piumino: quale dei tre tiene più caldo la notte?

back to Index

 

 

Lasciate stare le réclame di trapunte in microfibra o lana e di coperte in pile. Puntate al piumino e scordatevi definitivamente il freddo invernale.

Per capire perché il piumino batte di gran lunga gli altri due, occorre rivolgersi alla fisica. Il calore si trasmette (e quindi anche disperde) secondo tre meccanismi: conduzione, convezione, irraggiamento. Il miglior isolante termico è il vuoto. Pensate che una intercapedine di un metro di vuoto potrebbe tenerci caldi anche nel freddo siderale, vicino allo zero assoluto. Il piumino è quello che si avvicina di più a queste condizioni, perché consiste di una intercapedine riempita di piume d'oca, che con le loro barbette inibiscono i moti convettivi dell'aria che trasportano calore dall'interno del corpo all'esterno, creando un isolamento termico superiore a quello di qualsiasi altro tipo di abito.

 

 

Se proprio vuoi il migliore sistema di gestione del flusso di acqua calda nei termosifoni…

back to Index

 

 

Il migliore sistema di gestione del flusso di acqua calda è quello "EvoHome" della Honeywell, che è costituito da una serie di regolatori del flusso di acqua calda nei termosifoni, auto alimentati a pile (durata più di un anno), collegati via radio con un cronotermostato da tavolo che può essere spostato in una stanza qualsiasi e sul cui schermo sono rappresentate le varie zone della casa. Il cronotermostato può prendere i dati di temperatura di ciascuna stanza dai termometri posti sui regolatori dei termosifoni, ma è consigliabile acquistare a questo scopo i componenti termometrici che possono essere installati lontano dai termosifoni. Il cronotermostato acquisisce i dati sulla temperatura della stanza e regola il flusso di acqua calda in conseguenza. In tal modo ogni stanza può avere la sua temperatura.

Quanto risparmio energetico si può fare con questo sistema? I pessimisti dicono non più del 30%

A fronte di quale spesa? Il sistema base e tre elementi costa 300 €. Il sistema completo costa 600 €.

A voi valutare i pro e contro.

 

 

Umidificatore a ultrasuoni? Leggi prima qui.

back to Index

 

 

Volete il top per la climatizzazione della vostra stanza, e avete intenzione di acquistare un umidificatore a ultrasuoni? Il sottoscritto ha provato ad acquistare un umidificatore a ultrasuoni dotato di igrostato. Le sue osservazioni sono le seguenti:

1) poiché l'umidificatore a ultrasuoni produce un vapore freddo, se non lo si pone ad un'altezza di almeno 2 m, una sorta di pioggerellina cade a terra e tutto intorno ad esso, facendo una pozza. Questo a differenza degli umidificatori a vapore riscaldato, che si solleva in aria.

2) Il sottoscritto ha posto l'umidificatore a ultrasuoni in una stanza con termosifone senza vaschetta, e ha notato, utilizzando un igrometro, che l'umidità della stanza non cambiava granché.

Alla fine della storia, l'umidificatore è stato regalato ad un amico e sono ricomparse le vaschette.

 

 

Costruire da soli una libreria è facilissimo e divertente

back to Index

 

 

Una libreria a tutta parete è il modo più razionale di utilizzare lo spazio, e vi evita di spostare libri e oggetti da una parte all'altra della casa per mancanza di posto dove metterli. Una libreria a parete alta solo due metri è uno spreco di tutto lo spazio che è al disopra e che può essere sfruttato.

Se i ripiani sono sufficientemente larghi, potete piazzare su una libreria a tutta parete una quantità incredibile di cose diverse dai libri, tra cui raccoglitore di documenti, faldoni, raccolte di giornali e altri oggetti. Inclusi ovviamente i libri in doppia o tripla fila, all’occorrenza.

Ma come realizzare da soli una libreria a tutta parete a sette ripiani larghi ciascuno 3 m, profondi 50 cm e dello spessore di 2 cm?

Chi scrive ha trovato quasi per caso un sistema pratico ed efficace.

La chiave del sistema sono le gambe in metallo prodotte dalla IB-Style, Inh. I. Wohlrab, che si trovano in vendita su amazon.it; si tratta di gambe di metallo di 3 cm di larghezza che possono essere fissate con quattro viti alla tavola soprastante.

Le gambe sono vendute in diverse misure, ma voi potete adattarle alla vostra libreria acquistando un taglia tubi da idraulico, tagliandole la lunghezza predefinita dopo aver fatto saltare con un manico di scopa infilato nel tubo il tappo di plastica all'estremità, che sarà poi reinserito nella gamba accorciata.

Acquistando una bomboletta di vernice spray, se il colore di vostro interesse non è disponibile potete tranquillamente riverniciare tutte le gambe.

A questo punto non vi rimane che acquistare il pannello di legno presso qualsiasi negozio di legname avvitare le gambe a una distanza orizzontale non superiore a 90-100 cm, e piazzare ripiani uno sopra l'altro.

Data la larghezza di 50 cm, i ripiani sono estremamente stabili e verranno resi ancora più stabili dal peso dei libri. Comunque, potete sempre fissare un ripiano su due con dei tasselli al muro, ma vi assicuro che questo non è assolutamente necessario per scaffalature di soli tre-quattro ripiani.

Il risultato lo si può vedere nelle foto.

 

 

Ora avete un sistema per piazzare scaffalature dovunque lo vogliate nella vostra casa

 

 

Stampante wireless: pratica e utile per la salute.

back to Index

 

 

Se dovete acquistare una nuova stampante e avete una rete Wi-Fi domestica, la cosa migliore che possiate fare acquistarne una wireless: potrete piazzarla dove volete e stamperà perfettamente qualsiasi documento dal computer posto sulla vostra scrivania.

Questo è particolarmente importante se volete acquistare stampanti laser con toner che potrebbe essere tossico e che andrebbero poste in una stanza diversa da quella in cui lavorate.

Quanto costa una stampante wireless?

Assolutamente quanto una stampante normale: esistono stampanti wireless inkjet della Epson del costo di 70 €.

 

 

Kitchen Safe e i suoi fratelli: qualcosa che potrebbe interessarvi

back to Index

 

 

È recentemente comparso sul mercato nei paesi anglosassoni un prodotto chiamato "Kitchen Safe": si tratta di contenitori da cucina di plastica opaca o trasparente di varie misure col coperchio "temporizzato".

Cosa significa?

Significa che una volta impostata l'ora di apertura, il contenitore si blocca e non si aprirà più fino a quell’ora, a meno di manometterlo, con una perdita di diverse decine di euro (il prodotto, su amazon.it viene venduto ad un costo stratosferico, ma su Amazon.co.uk viene venduto alla cifra ragionevole di 30-80 €).

 

 

Che tipo di consumatori acquista questo prodotto? Esso viene pubblicizzato come un sistema per mettere al sicuro dalla nostra fame eccessiva dolciumi o altri alimenti caloricamente "pericolosi". Ma molti utenti hanno dichiarato di utilizzarlo per "bloccare" l'uso del telefonino da parte dei familiari.

Un altro prodotto del genere, di prossima immissione sul mercato, si chiama "distractagone", ed è una vera e propria mini cassaforte grande quanto una cassettina di sicurezza, dove mettere il telefonino che non sarà possibile riprendere prima dell'orario fissato di apertura.

 

 

In contemporanea con Kitchen Safe è stata immesso sul mercato, e può essere acquistato anche su amazon.it, una mini cassaforte temporizzata, delle misure di 31x20x20 cm., prodotta dalla ditta Time Locking Safe, di cui può essere impostato il tempo di apertura.

 

 

Sino ad oggi le casseforti temporizzate erano solo quelli di grandi dimensioni e dal costo proibitivo. Questa mini cassaforte non è esattamente economica (costa circa 200 €), ma i consumatori che l'hanno utilizzata se ne sono dichiarati completamente soddisfatti.

 

 

Comprare una cassaforte?

back to Index

 

 

Volete comprare una cassaforte per casa vostra? Allora lasciate perdere le piccole casseforti d'albergo, che possono essere violate con un colpo di martello. Dovete puntare alle casseforti da muro o alle casseforti del tipo degli uffici postali, larghe 50 60 cm.

Chi scrive ha acquistato una cassaforte del genere dalla ditta Conforti. È una cassaforte esterna, che viene fissata al pavimento alla parete tramite due tasselli interni ed è praticamente inamovibile.

Ha una serratura elettronica prodotta dalla ditta svizzera Kaba, che è praticamente inviolabile, e per di più può essere settata la chiusura totale per un certo periodo di tempo, durante il quale neanche colui che possiede la combinazione numerica può accedere alla cassaforte.

Certamente, vista l'escalation dei furti in appartamento, avere una cassaforte così potente per poterci mettere documenti delicati e valori, potrebbe essere conveniente, ma una cassaforte così grande è un bell'impiccio per la casa ed è difficilissima da spostare.

Quindi il consiglio è: se avete modo di poter piazzare una cassaforte a muro o a pavimento, forse sarebbero opzioni preferibili.

 

 

Dettare al computer

back to Index

 

 

Chi scrive ha acquistato Dragon Naturally Speaking Premium, che è un sistema di riconoscimento vocale che funziona egregiamente.

Il consiglio è acquistare il prodotto dal nome “Dragon Premium” direttamente dal sito della Dragon (http://www.nuance.it/index.htm), lasciando stare le offerte su amazon.it, che sono un caos che disorienta.

Il sistema ha rivelato solo un difetto che colui che si accinge ad acquistarlo dovrebbe conoscere.

Lo scrivente non è assolutamente riuscito a farlo funzionare con programmi come Word, WordPad, Notepad etc. ed alla fine è stato costretto ad utilizzare l'applicazione proprietaria DragonPad, che produce file formato .rtf: con questa applicazione Dragon funziona egregiamente.

Chi scrive ha dotato il proprio computer di un microfono Rode modello NT-USB del costo di 170 euro (vedi foto), che campiona a 48 kHz e a 16 bit, che funziona egregiamente anche una distanza di 65 cm, vicino allo schermo del computer.

 

 

Questa pagina Internet è stata scritta con Dragon Naturally Speaking in meno di 40 minuti.

 

 

Alcool da pasticceria e ammoniaca: due detersivi straordinari, ecologici e poco usati.

back to Index

 

 

Acquistate ancora i flaconi di alcol denaturato dal colore rosato e dall'odore terribile, che non va via che dopo ore, dal corpo o dai mobili?

Allora non sapete che esiste un'alternativa ecologica molto meno puzzolente, anche se quanto costosa: una bottiglia di alcol da pasticceria puro a 90°, costa circa 18 €, ma è un disinfettante-pulente straordinario da utilizzare per la vostra casa ecologica.

L'unico neo dell'alcol come liquido di pulizia è che non elimina le piccole incrostazioni di sporco, anzi le rende più dure, perché sottrae loro l'acqua.

Usate quindi l'alcol alternandolo con l'ammoniaca, che è un'altra sostanza assolutamente naturale, che evapora completamente, e che è un'alternativa perfetta ed estremamente economica a prodotti spray per la pulizia dannosi per la salute perché lasciano depositi chimici e vapori tossici.

 

 

Prese elettriche filtrate, estintori e rivelatori di fumo per evitare incendi domestici.

back to Index

 

 

Un amico di chi scrive ha avuto un incendio domestico durante le ore in cui era assente dall'appartamento, perché l'alimentatore della sua stampante hp ha preso fuoco.

Ha dovuto risarcire i proprietari di tutti gli appartamenti vicini.

Tutti noi siamo stati in stanze d'albergo dove è messo in bella vista l'avviso di non lasciare attaccati alle prese elettriche strumenti come ferri da stiro portatili, rasoi elettrici e simili.

Considerando che in ogni casa abbiamo degli alimentatori di schermi dei computer, di portatili, di telefonini, sempre attaccati, la cosa migliore che possiamo fare per evitare incendi è anzitutto acquistare delle prese filtrate che costano molto poco ed evitano che i picchi di corrente della rete elettrica facciano incendiare il dispositivo: questa infatti è la causa più frequente di surriscaldamento e incendio dei piccoli alimentatori e dei congegni elettrici.

Suggerirei inoltre di acquistare un estintore a polvere, perché un incendio è velocissimo a svilupparsi, non si fa in tempo a raggiungere una sorgente d'acqua e si rischia anche la scossa elettrica.

A questo aggiungerei, per una sicurezza completa, un rivelatore di fiamma o un rivelatore di fumo, possibilmente connessi via Internet al proprio telefonino, in modo che venga lanciato un allarme e voi possiate guardare tramite una telecamera lo stato della stanza.

 

 

È arrivata l’estate e avete un ventilatore a pavimento? Ecco come migliorarlo.

back to Index

 

 

È arrivata l'estate e avete appena acquistato un magnifico ventilatore Rowenta, silenziosissimo e con ben tre velocità? Bene, potete ancora migliorarlo acquistando una presa radio on-off.

In questo modo evitate di dover alzarvi continuamente dal tavolo per bloccare il ventilatore quando la sua aria eccessiva comincia a farvi sternutire: è sufficiente premere il pulsante del radiocomando e il ventilatore si avvia e si spegne senza che voi siate distratti dal vostro lavoro.

 

 

Tapis roulant e palestra domestica

back to Index

 

 

Volete migliorare la vostra salute e avete deciso di fare dell'esercizio fisico giornaliero? Vi si aprono molteplici opzioni, una delle quali, ormai molto pubblicizzata, è il tapis-roulant.

Chi scrive ha acquistato il top della gamma, un prodotto Technogym dotato di cardiofrequenzimetro che regola la velocità del tappeto in modo da mantenere costanti battiti cardiaci, e può portare la sua inclinazione fino a 30°, in modo da simulare una camminata in salita e aumentare le calorie bruciate.

È stata una spesa utile? Francamente non saprei.

Intanto, ho dovuto installare un ventilatore vicino al tappeto rotante, perché, se una persona correre all'esterno, un vento della velocità di 4 km/h raffredda suo corpo, mentre se corre all'interno praticamente schiatta di sudore.

Sono arrivato alla conclusione che uscire per una corsa mattutina o serale sarebbe stata la stessa cosa.

Però sto meditando di acquistare una "palestra domestica", sempre della Technogym, costituita da un unico attrezzo "all in one", che consente di far esercitare tutti i dipartimenti corporei.

Questo, secondo me, è un acquisto veramente utile anche se alquanto costoso (3000 € circa).

Nel frattempo, il sottoscritto ha acquistato dei piccoli pesi è un libro di ginnastica con piccoli pesi, oltre che una panca, che gli consentono, con poca spesa, di mantenere in forma e tonica tutta la muscolatura corporea.

A voi la scelta.

 

 

Sistemi di allarme domestici?

back to Index

 

 

Siete realmente sicuro di voler istallare un sistema di allarme domestico? Pensateci bene.

Anzitutto, dovrete scegliere fra un sistema senza fili, che è molto meno sicuro, e un sistema cablato, che però vi costringe a massacrare i muri del vostro appartamento.

Ma una volta ottenuto il vostro inviolabile sistema di allarme, semmai un ladro vi penetrasse in casa in vostra assenza e la sirena cominciasse a suonare (la sirena, per inciso, è il punto più vulnerabile del sistema, che può essere silenziata in pochi secondi con una schiuma iniettata al suo interno), cosa credete che succederà?

I tempi di arrivo della polizia, se mai arriverà, perché ormai i sistemi di allarme sono numerosissimi ed è praticamente impossibile stare dietro alle chiamate, sono biblici.

Nessun vicino di buonsenso si avventurerebbe nell'appartamento per salvare i vostri beni a costo di una colluttazione.

Morale della favola? Fate come viene raccomandato talvolta dalla polizia ai proprietari di ville isolate, che sono impossibili da proteggere in assenza dei proprietari: non lasciate niente di valore, e vivrete felici e contenti.

In alternativa esiste la possibilità di creare dei nascondigli praticamente inviolabili per i ladri. È ben noto che la polizia non tenta neanche di cercare il deposito di droga di uno spacciatore, perché, se ben nascosto, è praticamente impossibile trovarlo. E così anche i ladri rimarranno a bocca asciutta.

Considerate poi questo. La maggior parte dei furti in appartamento fatti da professionisti, viene ormai organizzata con la seguente modalità: la prima fase consiste nella raccolta di intelligence, che viene affidata non, come si crede comunemente, agli zingari, ma a un informatore presente nel quartiere o addirittura nello stesso palazzo.

Gli italiani sono famosi anche all'estero perché per quattro soldi venderebbero persino i propri familiari. C'è sempre una persona che fornisce informazioni dietro denaro se c'è qualcosa da guadagnare.

La seconda fase vede l'intervento di squadre organizzate di extracomunitari che vengono in Italia, effettuano il furto su commissione e poi si dileguano.

Le vostre routine quotidiane, i momenti di assenza dall'appartamento e in cui il palazzo rimane deserto, vengono attentamente monitorati.

Non c'è verso di scampare a furti organizzati con questa modalità.

Questa è un'altra ragione per cui, in un'età di carte di credito e di denaro digitale, è possibile e consigliabile, piuttosto, non lasciare in casa niente di importante.

Ultima cosa: spesso il danno maggiore non proviene dal furto di valori, ma dal furto di computer che contengono informazioni o lavori di un'intera vita. Cercate di proteggere anche questi dalle mani rapaci dei ladri.

 

 

Elettrodomestici utili: bilancia da cucina, timer e termometro da forno

back to Index

 

 

Una bilancia elettronica da cucina (saltate decisamente l'opzione delle bilance meccaniche) è utilissima, non solo per chi vuole fare una dieta degna di questo nome, ma anche per le preparazioni domestiche. Provare per credere.

Anche i timer da cucina sono degli utilissimi congegni che ci permettono di assentarci durante la cottura della torta o durante la bollitura della pasta, senza necessità di stare a sorvegliare continuamente la preparazione.

I termometri da forno servono per regolare meglio la temperatura per pizze e arrosti visto che i termostati dei forni spesso sono rudimentali.

 

 

Trucchi di magia: cuocere il riso integrale dedicando 180 secondi alla preparazione, poi andare a guardare la televisione in attesa di scodellarlo.

back to Index

 

 

Chi scrive, per ragioni di tempo, aveva sempre dovuto fare a meno del risotto, che, soprattutto se integrale, richiede un lunghissimo tempo di preparazione e un rimestare continuo in una pentola metallica.

Eppure il riso è uno degli alimenti più sani e più raccomandati, migliore ancora della pasta. Una dieta di riso e di pesce si ritrova spesso tra i popoli più longevi della terra.

Ecco come alla fine sono riuscito a cucinare il riso in pochissimo tempo: è necessaria una scodella di ceramica pyrex di piccole dimensioni che possa essere inserita all'interno di una pentola a pressione con due dita d'acqua.

Nella pyrex ponete la quantità di riso (ad esempio 70 g) con non più di due dita d'acqua (l'esperienza vi insegnerà a regolarvi).

Chiudete la pentola a pressione, accendete il fornello, e quando arriva il sibilo del vapore, abbassate la fiamma e regolate il timer a 35-45 minuti.

Dopodiché andate a guardare la televisione o dedicatevi i vostri hobby domestici: quando il timer da cucina suonerà il vostro riso sarà perfettamente cotto, morbido e non avrà niente da invidiare ad una laboriosa cottura in pentola.

 

 

Rinnovate i pavimenti di casa? Attenti ai tipi di piastrelle impossibili da pulire.

back to Index

 

 

Una mia amica, che ha rinnovato i pavimenti di casa, si è messa poi le mani nei capelli, perché ha acquistato un tipo di gres porcellanato bellissimo a vedersi, ma la cui scabrosità trattiene i granelli di polvere e di sporco rendendo praticamente impossibile la polizia, a meno di non passarvi ore ogni settimana. Cercate di evitare simili trappole.

 

 

Stanchi di cercare una donna per pulizie domestiche una tantum? In Italia è arrivato Helpling.

back to Index

 

 

Se siete tra quelli che ricorrono solo saltuariamente al personale di pulizia per la vostra casa, troverete che è estremamente difficile ricontrattare il numero dell'ultima volta, e ogni volta bisogna ricominciare la ricerca di una persona che vi venga per solo qualche ora, tenuto presente che a voi saranno sempre preferite le chiamate di coloro che richiedono pulizie regolari.

Ma oggi a tutto questo c'è una soluzione, sia pure non completamente a buon mercato: Helpling è un'organizzazione di pulizie attiva a livello nazionale, a cui possono essere chieste singole ore di pulizia o blocchi di ore, senza nessun vincolo di abbonamento, con prenotazione e pagamento on-line.

Il personale è selezionato, assicurato, e viene fatto un controllo sul loro background penale. Se poi decidete di utilizzare i servizi regolarmente, avete dei consistenti sconti orari.

Più di questo…

 

 

I mille vantaggi della spesa online.

back to Index

 

 

Recentemente Carrefour ha introdotto un servizio di ordinazione on-line e di consegna a domicilio della spesa, che per importi superiori ai 70 € non fa neanche pagare il costo del trasporto.

Anche se la gamma dei prodotti è nettamente più limitata di quella che si può trovare al supermercato, e in particolare mancano i prodotti discount, si tratta comunque di un'alternativa estremamente interessante per persone che, per vari motivi, sono impossibilitate a recarsi regolarmente presso il supermercato, o che semplicemente preferiscono pagare un po' di più per evitare lunghissime file attese.

Ma la spesa on-line ci può riservare anche altre sorprese: un sito come chemistdirect.com in Inghilterra consente con pochissima spesa di acquistare medicinali, come per esempio integratori vitamine, a un prezzo che è di 1/6 inferiore a quelli italiani, con irrisorie spese di trasporto.

Se dovete acquistare delle costosissime cartucce di toner per stampante, forse vi conviene l'acquisto bulk, cioè in quantitativi di almeno 10 unità, presso alibaba.com; chi scrive acquista delle cartucce per stampante hp, che i dettaglianti italiani vendono a 100 €, al costo di 50 € cadauna.

Coloro che hanno l'hobby dell'elettronica, possono finalmente gioire: i punti vendita di componenti elettronici si stanno diradando, e comunque la scelta di materiali che offrono, soprattutto di chip di ultima generazione, è poverissima.

Siti internet come rs-components e Distrelec recapitano con estrema celerità una gamma spettacolare di prodotti che non trovereste mai nei negozi di componentistica italiani.

 

 

Soffitta asciutta ma aperta e polverosa? Ecco come stivare gli oggetti.

back to Index

 

 

Se avete una di quelle vecchie soffitte non abitabili con l'aria che circola liberamente e il pulviscolo cittadino che si deposita su ogni cosa, dovete fare come il sottoscritto: imballare ogni oggetto che portate nella soffitta con un sacco di plastica sigillato con nastro adesivo da pacchi.

In alternativa potete acquistare quei grandi contenitori di plastica per oggetti che si vendono nei negozi fai-da-te.

Ciò che non dovete mai fare è mettere gli oggetti senza protezione o utilizzare degli armadi tradizionali: la polvere penetra dappertutto e annerisce tutto quanto.

 

 

Pila a led: un gadget indispensabile

back to Index

 

 

Una piccola pila a led è un oggetto indispensabile per lavorare in spazi angusti, come dietro la lavatrice, nel vano del motore dell'auto, o comunque dove non vi sia molta illuminazione.

Acquistatene una (non costa più di sei-sette euro) e vedrete che vi tornerà veramente utile.

La luce che fanno queste piccole torce elettriche è veramente sorprendente, e con due pile mini stilo dura praticamente all'infinito.

 

 

Raccoglitori da ufficio: istruzioni per l’uso

back to Index

 

 

Chi scrive ha trovato un modo utile di archiviare i propri documenti mettendo delle cartelline di cartone rigido entro contenitori vuoti per faldoni (vedi foto).

 

 

Un modo alternativo è sfruttare vassoi di plastica sovrapposti (vedi foto).

 

 

Un terzo modo consiste nell'utilizzare i raccoglitori di cartone aperti in cui possono trovare spazio molti fascicoli (vedi foto).

 

 

 

Vasca e doccia sempre insieme

back to Index

 

 

State progettando il bagno della vostra nuova casa e non volete privarvi del lusso di una meravigliosa vasca da bagno?

Il mio consiglio è di non privarvi comunque della velocità e della praticità della doccia.

Le due cose possono essere coniugate con eleganza, installando una vasca da bagno dotata di box doccia, o con una parete che permetta di fare la doccia evitando di schizzare acqua dappertutto (vedi foto).

 

 

 

Una valida alternativa all’acqua in bottiglia dei supermercati

back to Index

 

 

Oggi, in molti quartieri delle grandi città, è possibile trovare un'alternativa intelligente ai pacchi pesantissimi di bottiglie d'acqua caricati settimanalmente sul retro della vostra auto.

Esistono dei punti di erogazione di acqua minerale, esattamente come quelli che dispensano latte fresco, che consentono di abbattere drasticamente i costi e, se si trovano vicino casa vostra, costituiscono una strepitosa alternativa alle visite al supermercato.

 

 

Connessione internet con chiavetta telefonica, via fibra oppure con il lan-sharing?

back to Index

 

 

Come connettere il vostro computer a Internet?

Una soluzione di emergenza è utilizzare l'hot spot del vostro telefonino. Sia Android che gli altri sistemi operativi per telefonini consentono al telefonino con connessione ad Internet di generare una rete Wi-Fi a cui il vostro computer si può collegare.

Una seconda alternativa è la chiavetta Internet, che necessita di una scheda telefonica con abbonamento Internet. Purtroppo questa abbonamento è abbastanza costoso. L'abbonamento Tim Internet di 10 GB al mese costa ben 30 € mensili.

10 GB mensili, per esperienza di chi scrive, che pure non è un soggetto che utilizza massicciamente le funzioni multimediali del computer, si rivelano perdipiù decisamente insufficiente.

L'alternativa obbligata è quella di far arrivare Internet via cavo o via fibra. Internet illimitato mensile viene a costare in questo caso dai 17 ai 30 €, a seconda del provider.

Ma esiste una terza alternativa, che è stata percorsa da chi scrive: poiché il mio vicino di casa aveva già una connessione a Internet e relativa rete Wi-Fi, il cui segnale veniva ricevuto agevolmente anche dal suo appartamento, ho proposto di spartire la rete Wi-Fi e di ripartirne i costi.

Risultato: con 7 € al mese ho Internet illimitato, e il mio vicino è stato contentissimo di abbattere le sue spese Internet mensili.

 

 

Orologi radiocontrollati e termometri digitali.

back to Index

 

 

Se dovete comprare una radiosveglia o un piccolo orologio elettronico da tavolo o da comodino, considerate che esistono orologi radio controllati che costano esattamente quanto quelli tradizionali, e garantiscono sempre un'ora precisa al milionesimo di secondo, compreso il cambiamento estivo di ora legale.

Oggi esistono anche orologi da polso radio controllati. Il sottoscritto ne ha acquistato uno molto reclamizzato, il Citizen Crono Field Titanium radiocontrollato con carica eco-drive che sfrutta la luce per caricare la batteria.

Il sistema a carica-luce eco-drive si è rivelato spettacolare: sono nove anni che il sottoscritto va avanti senza ricaricare la pila.

L'unico accorgimento che ho implementato per aumentare l'autonomia delle batterie è stato bloccare il movimento della lancetta dei secondi: un sacrificio più che accettabile.

Quello che ha funzionato malissimo è invece il sistema di controllo radio: non c'è stato verso di fare in modo che il mio orologio si collegasse al segnale radio internazionale.

Oltre a questo, il collegamento giornaliero avrebbe mangiato talmente tanta potenza da scardinare il sistema eco-drive.

Morale: prima di acquistare un orologio radiocontrollato, dovete assolutamente esigere una dimostrazione fatta in vostra presenza dal venditore.

 

 

Una piazza e mezzo per un sonno più confortevole

back to Index

 

 

Se siete un single o un separato in casa, non fate l'errore di dormire da un letto a una piazza e di privarvi il lusso assoluto del letto da una piazza e mezzo: la qualità del sonno è incomparabilmente superiore.

Provare per credere.

 

 

Un condizionatore d’aria per l’estate? Alla larga da quelli portatili: scegliete quelli split.

back to Index

 

 

Avete deciso che non intendete passare l'estate a sciogliervi come un ghiacciolo in un appartamento troppo caldo?

Fate benissimo, ma state attenti a una trappola micidiale: i condizionatori d'aria portatili, monoblocco, che si installano all'interno della stanza e sono collegati all'esterno con un tubo.

Chi scrive ha fatto a suo tempo l'errore di acquistare un condizionatore del genere: sono sempre in funzione, non si spengono mai e il rumore di sottofondo, pur con ogni accorgimento tecnologico, è continuo e fastidiosissimo.

Il sottoscritto si è rivolto alla ditta fabbricante per sapere perché non era possibile spegnere il condizionatore neanche quando la temperatura della stanza raggiungeva il livello desiderato.

La risposta è stata che i condizionatori portatili devono continuamente far girare le ventole, perché altrimenti i componenti freddi dell'apparecchio produrrebbero fiumi di condensa che allargherebbe il pavimento.

Morale della favola: gli unici condizionatori da prendere in considerazione sono quelli "split", composti da due parti: la ventola e sistema di raffreddamento, che sono le parti più rumorose, all'esterno, e l'unità per convogliare l'aria fredda posta all'interno e silenziosissima. Uomo avvisato mezzo salvato.